giovedì 24 maggio, 2012

Seo e social media: confermata l’importanza di google+ per ottenere buoni risultati di ranking

google+ seo benefits: confermata l’importanza del social media

Quanto influenzano a livello di posizionamento i social network che utilizziamo abitualmente? Dopo le recenti modifiche all’algoritmo di Google risultano sempre più importanti i contenuti che immettiamo nella rete attraverso il nostro sito, il nostro blog e ovviamente i social network al fine di elaborare una buona strategia SEO. Stando alle recenti informazioni reperite sul web le cose fondamentali per un buon posizionamento sarebbero: fornire contenuti originali, aggiornarli frequentemente e curarne la stesura. Non dimentichiamoci inoltre di corredare i testi con immagini e video, completi di attributi “title” e “alt”, molto apprezzati dai vari motori di ricerca.

Un’ altro elemento chiave di un articolo è il titolo: deve contenere delle parole o frasi di rilievo che richiamino l’attenzione e deve essere formattato in maniera corretta anche a livello di codice html, sfruttando le heading tags h1 o h2 e i tags bold (grassetto) o italic  (il corsivo) per favorirne leggibilità e fruizione da parte del lettore. Ci aiuteranno inoltre a segnalare il nostro titolo ai motori di ricerca e a classificarlo come argomento principale della nostra pagina web.

Per quanto riguarda le famose meta-keywords e meta-description le cose sembrano siano cambiate un po con il passare del tempo: in questi anni le prime hanno perso via via importanza, divenendo di fatto poco discriminanti nell’ottimizzazione SEO di una pagina web e quindi perdendo di valore nel generare buoni risultati di ranking (in passato se ne è fatto un abuso di meta-keywords). Al contrario pare che le meta-description abbiano guadagnato importanza risultando più appetibili per i motori di ricerca rispetto al passato, essendo di fatto un contenuto “articolato” e “comunicativo” strategico.

Il perchè è presto detto: le meta-description aiutano l’utente che effettua una ricerca attraverso un motore di ricerca ad avere delle informazioni preliminari sulle pagine proposte nei risultati ottenuti. In questo modo, senza doverle aprire una ad una, si può capire già di cosa trattano le pagine trovate: una buona meta-description gioca quindi un ruolo potenzialmente decisivo sull’azione successiva eseguita dall’utente dopo la ricerca ed è bene che venga scritta in maniera efficiente e coerente.

Per approfondire sull’argomento metakeywords, i rete c’è un video interessante:

 

Seo e social media: come interagiscono? E quanto rendono in termini di visibilità?

Questa è la domanda che di devono essere posti quelli dello staff della  TastyPlacement, organizzando un’esperimento di SEO molto interessante:

Sono stati presi in esame 6 siti simili fra loro, 5 dei quali affiancati da un social network diverso come canale di comunicazione parallelo e di rinforzo in termini di SEO. Al sesto non è stato affiancato alcun “rinforzo social”.

Quale fra  TWITTER, FACEBOOK e GOOGLE+ (i più usati su scala mondiale) avrà avuto migliori risultati a livello di SEO? (per alcuni la risposta potrebbe essere scontata…)

Ecco un infrogrphic a tal proposito che illustra l’eperimento condotto:

infographic  TastyPlacement

Infographic realizzata da TastyPlacement, a web design and SEO company, Per vedere il post originale, vedi Social Media Infographic.


Articoli simili


cuterank – monitorare posizione nei motori di ricerca del nostro sito
cuterank – monitorare posizione nei motori di ricerca del nostro sito
\ web

Non ci sono ancora commenti. Puoi scrivere il tuo qui sotto.

Esprimi un giudizio su questo articolo/news


(Spamcheck Abilitato)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

(Spamcheck Abilitato)